mercoledì, 13 dicembre 2017

Acquario: mini guida all’illuminazione

Illuminazione dell'acquario
Illuminazione dell'acquario


Elemento a cui troppo spesso non viene data la giusta importanza nell’allestimento di un acquario, è l’illuminazione. Sia i pesci che le piante hanno infatti bisogno del giusto apporto di luce per poter crescere svilupparsi e mantenere buone condizioni di salute, e questa luce deve essere ben studiata per evitare problemi e garantirsi un acquario in perfetta salute.

Due sono quindi le cose basilari: la prima è la scelta della posizione dell’acquario all’interno della casa rispetto alla luce naturale proveniente dalle finestre, la seconda è una corretta scelta del sistema di lampade per luce artificiale da installare. Sono operazioni cruciali per la buona riuscita dell’acquario.

Innanzitutto è sempre consigliabile non posizionare l’acquario in zone troppo soleggiate a diretto contatto con la luce naturale: questo potrebbe surriscaldare l’acqua provocando disagi ai pesci e la proliferazione di alghe.

acquario illuminazione
Il segreto per un acquario sano è una adeguata illuminazione

Come sorgente di luce artificiale, ciò che si consiglia è una luce al neon, più costosa rispetto alle normali lampade ad incandescenza, ma molto più durevole e dalla luce più indicata. Il ricambio avverrà ogni 6-8 mesi circa poiché superato questo arco di tempo lo spettro si modifica danneggiando le piante.

La potenza dell’illuminazione dell’acquario è da considerarsi in base alla temperatura dell’acqua che gli abitanti del vostro acquario richiedono. Informatevi pertanto prima dell’acquisto per fronteggiare subito il problema e scegliere la giusta lampada. In ogni caso, la distribuzione della potenza non dovrà essere inferiore a 0,2 watt per litro.

La potenza in watt di un neon non è il solo parametro di riferimento, ma fondamentale è la gradazione Kelvin (K). Ci sono neon con una gradazione gradazione da 3000° a 4000°K (luce calda), fino ad arrivare a 10.000°K con tonalità molto fredde.

Solitamente per l’acquario di acqua dolce si va dai 3000° ai 6500° gradi Kelvin e si è soliti preferire una luce bianca poiché non altera i colori dell’ambiente lacustre o fluviale che si è voluto riprodurre. Le luci blu o viola invece sono adatte a simulare le colorazioni marine e più adatte in genere a questo habitat.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)